Partners
 
 
 
 
Network
 
 
 
 
Sostieni
 
 
 
 

Certificazione Unica 2019

I sostituti d’imposta debbono utilizzare un solo modello per attestare sia i redditi di lavoro dipendente e assimilati, nell’anno 2018, sia altri redditi (per esempio di lavoro autonomo e "redditi diversi"): il modello di "Certificazione Unica" (C.U. 2019).
 
Il modello di Certificazione Unica 2019 oltre ad essere trasmesso all'Agenzia delle Entrate entro il prossimo 7 marzo in via telematica - direttamente o tramite un intermediario abilitato - (La C.U. 2019 deve essere presentata esclusivamente in via telematica, direttamente utilizzando il canale Fisconline messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato che utilizzerà il canale Entratel), va poi consegnato ai percipienti entro il 31 marzo.
Non è pertanto possibile la presentazione della CU in forma cartacea tramite uffici postali o sportelli bancari.
 
Tale adempimento riguarda anche le associazioni e società sportive dilettantistiche che erogano compensi erogati nell’esercizio diretto dell’attività sportiva dilettantistica ovvero in forza di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di natura amministrativo-gestionale non professionale (ex art. 67, comma 1, lett. m, TUIR) ed anche qualora tali somme siano state di importo inferiori al limite esente di € 10.000,00 come tali non assoggettate a ritenuta.
 
In base a quanto previsto dalla norma dell’adempimento, l’associazione dovrà quindi:
1. inviare la comunicazione – entro e non oltre il 7 marzo 2019 - all’Agenzia delle Entrate in via telematica.
2. consegnare al collaboratore la certificazione nel termine perentorio del 31 marzo 2019.
 
Sanzioni:
Per ogni certificazione omessa, tardiva o errata si applicherà la sanzione di € 100,00.